Né amore né follia Contro la cultura della violenza Orvieto 6 dicembre 2013

CONTRO LA CULTURA DELLA VIOLENZA

Orvieto incontra il giornalismo

il 6 dicembre 2013

 

L’Associazione “L’Albero di Antonia” ha organizzato ad Orvieto un incontro pubblico su “NE AMORE NE’ FOLLIA: La violenza sulle donne e i media” venerdì 6 dicembre, ore 16.30, al Palazzo dei Sette. L’iniziativa di approfondimento sul tema della comunicazione e della rappresentazione della violenza contro le donne è l’ultima delle iniziative organizzate in occasione del 25 Novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. 

Il ruolo e l’influenza dei media, il linguaggio corretto dell’informazione e della comunicazione, contrario ai pregiudizi ed alla rappresentazione stereotipata della donna,  saranno sviscerati da Luisa Betti, un’autorevole esponente del giornalismo di genere.

L’incontro vedrà la partecipazione di un altro relatore di spicco nazionale, Stefano Ciccone, fondatore di MP Maschile Plurale; l’associazione e rete nazionale MP riunisce gruppi di uomini interessati a pensare sulla propria identità e sui modelli maschili.

L’Albero di Antonia, che da alcuni anni ha instaurato una proficua collaborazione con MP, ha recentemente tenuto, per il secondo anno consecutivo, corsi di educazione di genere nelle scuole superiori di secondo grado di Orvieto.

 

L’introduzione all’incontro sarà curata da L’Albero di Antonia che gestisce il Centro di Ascolto Antiviolenza di Orvieto.

L’associazione culturale Il Filo di Eloisa  leggerà brani tratti dal libro “L’ho uccisa perché l’amavo. Falso, scritto da Michela Murgia e Loredana Lipperini, recentemente pubblicato.

 

Proporre nei media sani modelli di relazioni uomo-donna e cancellare le categorie del “delitto passionale”, per “gelosia” o peggio, per “troppo amore”, per “raptus di follia”, contribuirà ad un riposizionamento culturale importante: dalla connivenza che attenua la colpa alla responsabilità del reato criminale.

Il contributo dei media al cambiamento culturale è strategico e fondamentale, oggi più che mai; un apporto insostituibile al cambiamento, anche per la politica. I media possono svolgere un ruolo costante di monitoraggio e stimolo alle istituzioni.

Ora è il momento che tutti, anche gli uomini giornalisti, si rendano conto che la violenza sulle donne è un problema degli uomini.

BASTA INDIFFERENZA, la violenza è qui tra noi.

 

Luisa Betti è giornalista reporter, esperta in diritti delle donne e minori, discriminazioni e violenza di genere in Italia e nel mondo;  è una delle prime giornaliste in Italia ad aver scritto su “femmicidio” e “femminicidio”, battendosi per far adottare tali termini nelle redazioni e nel linguaggio comune, anche grazie al lavoro della Rete di giornaliste Gi.U.Li.A.

Scrive per Il Manifesto, sul blog La27esima ora del Corriere della Sera e collabora con diverse testate italiane e straniere; fa parte di Articolo 21 ed è stata referente per progetti UNICEF e D.i.Re.- Rete Centri Antiviolenza, nonché ricercatrice e consulente per la Presidenza del Senato e della Camera dei Deputati, e per tanti altri soggetti istituzionali e onlus.

 

L’Albero di Antonia  Tel. 0763.300944  www.alberodiantonia.org  alberodiantonia51@yahoo.it

Arteterapia al Centro Antiviolenza

Arteterapia per le donne che frequentano il Centro Antiviolenza L’Albero di Antonia

30 ottobre - inizia la III° edizione del laboratorio espressivo al Centro

Laboratorio espressivo di pittura

e altre tecniche creative

Il Centro Antiviolenza L’Albero di Antonia vince il bando 8X1000 della Chiesa Evangelica Valdese

Tra le tante realtà sostenute dall’8×mille dalla Chiesa Evangelica Valdese in Italia e nei Paesi in via di sviluppo quest’anno c’è anche il Centro Antiviolenza regionale di Orvieto.

ORARI DI APERTURA AUTUNNO 2018

Il Centro è aperto nei seguenti orari:

Il Centro è aperto nei seguenti orari:

Lunedi:      9.30 -12.30   -----   16.00 - 19.00

Martedi :    9.30 - 12.30  -----   15.30 - 18.00

Mercoledi : 9.30 - 12.30 

Giovedi :    9.00 - 15.00

Venerdi :    -----------------

Il momento del 5x1000 !

SOSTIENI IL CENTRO ANTIVIOLENZA

5 x mille all'Associazione Albero di Antonia

C.F. 90011880557

Le operatrici del Centro Antiviolenza dicono:

GRAZIE

La nuova APP per smartphone D.i.Re - scaricala gratis !

L'Albero di Antonia di Orvieto aderisce allo sciopero globale indetto per l'otto marzo.

25 novembre_flash mob

Il Centro Antiviolenza L’Albero di Antonia di Orvieto invita a partecipare al  presidio informativo presso il centro commerciale “Porta di Orvieto”

 

Laboratorio espressivo

Laboratorio espressivo di pittura e altre tecniche creative

per tutte le donne che hanno il desiderio di sperimentare con colori e altri materiali.

Non sono necessarie competenze specifiche

ogni venerdì dalle 16.00 alle 18.00

nella sede del Centro Antiviolenza
L’Albero di Antonia

Per ulteriori info chiamare al Centro : 0763 300944

CENTRO ANTIVIOLENZA

 

A ORVIETO

IL CENTRO DI ASCOLTO

PER DONNE CHE NON VOGLIONO PIU’ SUBIRE 

VIOLENZA

I nostri servizi

Un luogo dove ogni donna può trovare

Accoglienza e ascolto

Orientamento e supporto

Consulenza legale

per intraprendere il percorso di allontanamento dalla propria situazione violenta.